Ricostruzione unghie sistema Gel UV

Nel nostro ambito “sistema” significa un insieme di metodi e prodotti per eseguire la ricostruzione dell’unghia, possiamo per esempio avere sistema acrilico, sistema gel ecc…

Senza entrare nel dettaglio, cosa che faremo in altri articoli,  vedremo qui una panoramica di cos’é questo sistema, e parleremo dei metodi trifasico, bifasico, monofasico.

Questo sistema per la ricostruzione unghie, prevede l’applicazione di diversi tipi di prodotti gelatinosi chiamati appunto gel che per mezzo di esposizione a raggi uv polimerizzano e induriscono, tale esposizione avviene per mezzo di una lampada che emette raggi uv compresi nello spettro fra 365nm (nanometri) e 400nm, se vuoi approfondire l’aspetto dei raggi UV e del funzionamento delle lampade per ricostruzione unghie leggi l’articolo “Fornetto unghie serve per cucinare le unghie?”, mentre se vuoi sapere come funziona la chimica dei gel, presto pubblicheremo un articolo dedicato e iscrivendoti alla lista blog ti avviseremo della pubblicazione.

BABYBOOMER GEL UNGHIE ROSA

Senza ombra di dubbio il sistema gel uv per la ricostruzione unghie è quello predominate in Europa, e di fatto comprende moltissimi prodotti e tecniche in costante evoluzione in grado di rispondere praticamente ad ogni esigenza.

Le realizzazioni che si possono ottenere con questo sistema sono veramente ampie e lo sono anche le metodiche tanto da creare a volte confusione nell’utilizzatore, vediamo dunque di fare chiarezza, parleremo qui di metodo trifasico, bifasico, monofasico, considerando poi che i gel costruttori spesso prendono l’aggettivo dal metodo come ad esempio gel monofasico, bifasico, trifasico relativamente al metodo per il quale sono stati realizzati ma che possono comunque essere utilizzati in altri metodi, sta all’onicotecnica decidere come procedere in base alla sua competenza ed esperienza e ai consigli del fornitore se competente.

Cosa significa metodo in ambito ricostruzione unghie?

Significa mettere in atto un procedimento che garantisca un risultato soddisfacente di un lavoro.

Metodo gel Trifasico, è il primo nato, e dopo la preparazione della lamina ungueale fino ad un eventuale promotore di adesione, escludendo french e decorazioni che vedremo successivamente, prevede tre fasi di lavorazione che sono:

  1. Applicazione di uno strato più o meno sottile di gel di base con la funzione di creare uno strato perfettamente aderente alla lamina ungueale.
  2. Applicazione di un gel più o meno consistente per la creazione della struttura, questi tipi di gel prendono il nome di costruttori e come precedentemente detto spesso si portano a presso l’aggettivo del metodo “trifasico”. I primi gel erano extra densi e non auto modellanti quindi andavano necessariamente limati per dare la forma desiderata con una notevole perdita di tempo e di prodotto che di fatto veniva eliminato dalla limatura.
  3. Applicazione di un gel sigillante/lucidante con ha la funzione nascondere i segni di limatura sul costruttore, garantire una maggior protezione del lavoro eseguito e di rendere lucente e gradevole il tutto.

Metodo gel bifasico senza base, in considerazione di punti sopra scritti, e nell’intento di rendere più veloce l’esecuzione della ricostruzione unghie in gel, nel tempo si sono prodotti dei gel costruttori nei quali la fase della base potesse essere eliminata, ecco che si sono prodotti dei gel costruttori senza necessità di essa e prendono il nome di costruttori bifasici senza base e la loro applicazione dopo la preparazione della lamina ungueale avviene con i seguenti passaggi:

  1. Sostituendo la base  si procede con una leggera passata a smalto del gel costruttore ma senza polimerizzarlo, questo accorgimento permette una adesione migliore rispetto alla applicazione diretta del costruttore con il quale subito sopra eseguiremo la struttura.
  2. Dopo aver dato la forma desiderata alla struttura si procede come per il metodo trifasico all’applicazione di un gel sigillante/lucidante.

Metodo gel monofasico, questo è stato possibile solo dopo l’arrivo dei gel auto modellanti, si tratta di gel costruttori di varie densità, che grazie a determinate tecniche di applicazione, permettono la costruzione della struttura già nella forma definitiva o quasi eliminando o limitando la fase della limatura di forma.

Nel tempo questi gel auto modellanti che andavano comunque lucidati essendo loro opachi, sono stati realizzati garantendo un aspetto lucido nativo prendendo il nome di gel monofasici auto modellanti e auto lucidanti, di fatto, ammesso di avere una perfetta padronanza della tecnica ricostruttiva le fasi possono essere limitate ad una sola:

  1. Seguendo l’accorgimento di applicare uno strato sottile a smalto del costruttore senza polimerizzarlo, si applica immediatamente sopra la perla di gel per costruire la struttura, una volta polimerizzato se la forma è perfetta e non necessita di correzione e non vi è necessita di applicare il gel sigillante/lucidante, “teoricamente”.

All’ interno del sistema gel uv per la ricostruzione unghie troviamo altri prodotti di cui pubblicheremo degli approfondimenti ma che raggruppiamo qui per una panoramica più completa.

I gel sigillanti e top:

Sono i gel che vengono applicati alla fine di ogni lavoro con lo scopo abbinato di sigillare e lucidare o solo di lucidare come per i top gel, fra questi ne troviamo anche di volutamente opachi per un effetto ricercato. Normalmente trasparenti possono essere addizionati di glitter per effetti particolari ma la lucentezza potrebbe essere in parte compromessa.

I gel UV per colorare e decorare le unghie.

UNGHIE CON GEL COLORATO

Queste varianti di gel servono a dare infinite combinazioni di aspetti finali all’unghia, principalmente per mezzo del colore.

Troviamo per questo le seguenti comuni suddivisioni:

Gel colorati: 

Si tratta sostanzialmente di gel solitamente trasparenti ai quali vengono addizionati dei coloranti in polvere o liquidi per ottenere un’ampia scelta di colori, tali gel acquistati già pronti si applicano normalmente dopo la struttura dell’unghia, spesso si possono miscelare fra loro per ottenere altre tonalità, si possono usare sia ad unghia piena o per creare decorazioni artistiche. Vi sono poi delle varianti specifiche che il fornitore esplicita, per esempio possono essere con o senza dispersione finale, adatti a varie tecniche come la one stroke, più o meno densi ecc…

Gel Fluorescenti o Neon:

Sono dei gel colorati che hanno la capacità di riflettere in modo particolare la luce creando un effetto neon, solitamente se esposti a raggi UV diventano molto appariscenti. Un aspetto che spesso hanno è la loro poca coprenza.

Gel glitter:

Si tratta di gel su base trasparente o colorata, addizionati di pagliuzze (glitter) di varie dimensioni o colore, come per i gel colorati possono essere usati a unghia piena o per decorazioni.

Gel french:

blank

Per french s’intende un metodo per il quale con dei prodotti che possono essere smalti gel acrilici o altro, si effettua la colorazione della parte libera dell’unghia, quindi parlando di gel, di fatto tutti i colori sono adatti a questo scopo, ma visto che inizialmente questo avveniva solo con il color bianco, anche se ormai errata è abitudine si chiamano “gel french” quelli bianchi.

Gel termici:

Sono gel colorati nei quali sono presenti particolari pigmenti che, entro un certo limite di variazione termica, variano il loro colore, per cui in particolare su unghie lunghe avremo la parte libera con una temperatura diversa dalla parte distale e di conseguenza si avrà apparentemente l’unghia con due colori sfumati fra loro. Funzionano meglio nel periodo freddo dove le zone calde e fredde dell’unghia sono più nette.

Gel solari:

Sono dei gel colorati che hanno alcune caratteristiche dei neon e dei termici, si tratta di gel colorati che variano il colore una volta esposti ai raggi UV, per esempio un colore giallo esposto al sole può diventare arancione e vice versa. Funzionano meglio d’estate.

Gel Camaleontici:

Si tratta di gel che all’interno hanno dei pigmenti solitamente di tipo glitter che sono piatti, per cui a seconda di come incide la luce su di essi, restituiranno diverse tonalità di riflessi colorati creando un effetto quasi olografico.

Gel magnetici:

Si tratta di gel colorati con all’interno alcune delle particelle ferrose incapsulate con del materiale colorato, una volta applicato il gel sull’unghia, prima di polimerizzarlo, senza contatto viene avvicinata una calamita sulla superficie, attraendo queste particelle e in base alla forma e polarizzazione della calamita, si creano dei segni di colore concentrato, essendo spesso questi gel anche camaleontici l’effetto è vario.

Gel perlati:

Da non confondere con i gel glitter, sono gel trasparenti o colorati, con all’interno una polvere finissima da creare appunto un effetto perlato, possiamo trasformare qualsiasi colore in perlato aggiungendo una piccola parte di pigmenti puri usati per esempio per creare l’effetto metallo sulle unghie. Possono anche essere chiamati gel metallizzati in quanto a seconda del colore e della polvere usata possono ricordare il metallo.

Gel metallici a specchio:

Sebbene vi siano dei gel colorati ad effetto metallo, se hai visto dell unghie effetto metallo a specchio, più probabilmente si trattava di pigmenti applicati puri sulla superficie dell’unghia, i gel nati a questo scopo non sono di fatto altrettanto brillanti, ne parleremo nell’area tutorial.

Il gel semipermanente

Il gel uv semipermanente anche conosciuto come smalto uv, o smaltogel, o ancora smalto semipermanente accompagnato dal nome commerciale che ogni azienda dà, è di fatto parte del sistema gel UV, ma data la sua importante fetta commerciale che ha acquisito e alla rapida evoluzione che sta avendo ne parleremo su un articolo dedicato in quanto merita un punto di vista più completo.

Considerazioni finali:

Spesso un nuovo prodotto offre nuove possibilità, ma non si deve dimenticare che i prodotti sono un mezzo per raggiungere attraverso l’artigianalità dell’onicotecnica un determinato risultato che come detto nell’ introduzione al corso ricostruzione unghie deve essere in primis “soddisfacente per la cliente”, questo significa che non è scritto da nessuna parte che un gel monofasico sia migliore rispetto ad un trifasico o un bifasico, dipende da cosa vogliamo ottenere, per fare un esempio su un’unghia molto lunga potrebbe avere una maggior tenuta e flessibilità un gel trifasico di un monofasico e per certe lavorazioni potremmo preferire un gel extra denso ad un auto modellante, un’unghia problematica potrebbe comunque necessitare di una base strong che assicura una adesione massima.

Per tutti questi aspetti è importante scegliere un fornitore che non si limiti a vendervi un prodotto, ma che si occupi di darvi il giusto supporto al fine di ottenere il risultato migliore di volta in volta, quindi che si tratti di unghie sottili, difficili, onicofagiche o altro, esiste un prodotto dedicato e una tecnica applicativa ovvero un metodo adatto, non resta che individuarlo e imparare ad utilizzarlo nel giusto modo. 

Il risparmio di tempo è importante in una attività artigianale, ma questo non deve mai andare a discapito della qualità di realizzazione, ne varrebbe della soddisfazione della cliente che è la cosa in assoluto più importante.

Resta aggiornata su quando pubblichiamo nuovi articoli iscrivendoti alla lista newsletter blog.

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividi su facebook
Condividi su Facebook
Condividi su twitter
Condividi su Twitter
Condividi su linkedin
Condividi su Linkdin
Condividi su pinterest
Condividi su Pinterest

Lascia un commento

La tua area riservata su NailsMail


Registrati o effettua il Log-in per visualizzare gli EuroNailsCoin accumulati.
Invita un'amica o un amico

Per poter iniziare ad accumulare punti devi avere un account attivo sul nostro sito. Se ancora non ti sei registrato, fallo subito gratuitamente e accedi immediatamente a tutti i vantaggi e le promozioni Nails Mail!


Registrati o effettua il Log-in per visualizzare gli EuroNailsCoin accumulati.